Privacy Policy
cosa vedere a napoli in 3 giorni
Lungomare di Napoli

Napoli è una città stupenda e unica, te ne accorgi subito appena arrivi. 

Passeggia lungo i viali, assaggia la vera Pizza Napoletana, guarda il tramonto dal Vomero.

Non basta una settimana per scoprire la bellezza di questa città ma in questo itinerario ti aiuterò a scegliere cosa vedere a Napoli in 3 giorni.

Cosa vedere a Napoli in 3 giorni

Come organizzare 3 giorni a Napoli

Quando si ha poco tempo a disposizione organizzare tutto prima di partire è indispensabile.

Ci sono delle piccole accortezze che ti permettono di ottimizzare i tempi e sfruttare al massimo ogni tuo viaggio.

Segui questi 5 consigli e vedrai che riuscirai a fare tantissime cose.

5 consigli per organizzare 3 giorni a Napoli

  1. Stabilisci il ritmo del tuo viaggio prima di partire. Pensa se vuoi alzarti presto al mattino per visitare più cose durante la giornata oppure se preferisci una vacanza più tranquilla e non dover puntare la sveglia presto.
  2. Fai una check-list di tutto quello che vuoi vedere a Napoli. Cerca di capire esattamente tutte le cose da fare a Napoli e scrivile. Dopodichè, dividi quello che puoi prenotare on-line (es. Napoli Sotterranea) da quello che puoi vedere liberamente (es. Piazza Plebiscito). 
  3. Fai le prenotazioni on-line. Prenota tutto ciò che puoi prima di  partire così non devi perder tempo durante il viaggio e sai esattamente dove andare giorno per giorno.
  4. Prenota il Tour di Napoli a piedi come prima cosa. Mi sono accorta, viaggiando in altre città europee, che fare questo tour appena si arriva è una mossa vincente! Ti permette di conoscere tantissimi luoghi in poco tempo e di avere una visuale generale della città in cui ti trovi. Inoltre la guida di solito ti suggerisce posti con cucina tipica in cui andare a mangiare o cose che assolutamente non devi fare ed eviti così le classiche fregature.
  5. Pianifica il tuo tour gastronomico. Eh si, a Napoli lo devi fare! Il cibo quì è qualcosa di straordinario e ci sono cose che non trovi in altri posti. I posti più famosi di Napoli per mangiare sono sempre pieni di gente, il mio consiglio è vai negli orari scomodi! Non aspettare le 12 o le 13 altrimenti non ce la farai mai ad entrare senza fare minimo 1 ora di coda. Prova verso le 11 e vedi che con questo piccolo trucco riuscirai a provarli tutti.

Fidati, sembra banale ma con questi 5 consigli ottimizzi perfettamente i tempi!

Cosa vedere a Napoli in 3 giorni: il nostro itinerario

Abbiamo trascorso 3 giorni bellissimi a Napoli e ce ne siamo innamorati.

Il calore del popolo Napoletano, la cucina fenomenale, la bellezza dei suoi luoghi, rendono davvero speciale visitare questa magnifica città.

Ma in tutta questa meraviglia quanto è difficile scegliere cosa vedere a Napoli in 3 giorni?

In questo itinerario potrai scoprire le maggiori ricchezze di questa città, gustando i suoi piatti tipici, passeggiando tra le sue vie e guardando dei fantastici tramonti!

Ecco qui il nostro itinerario per visitare Napoli in 3 giorni pronto all’uso!

Giorno 1

Questa è la mappa di tutto ciò che andiamo a vedere nel primo giorno del nostro itinerario per scoprire Napoli in 3 giorni.

  • Centro storico di Napoli
  • Duomo di Napoli
  • Via dei Tribunali
  • Spaccanapoli
  • Via dei Presepi (via San Gregorio Armeno)
  • Murales di Maradona
  • Cena da “Tandem”

Arriviamo all’aeroporto di Napoli e appena usciti troviamo subito un taxi per raggiungere il nostro alloggio il Domus Campanile.

Non fermarti ai primi taxisti che trovi, cammina un po’ più in là e puoi trattare strappando un passaggio con 5 euro a testa (noi eravamo in 4).

Arrivati all’alloggio rimaniamo super contenti! C’è una camera matrimoniale con bagno e una cucina con un’ altro bagno e salotto in cui il divano letto diventa un comodissimo letto matrimoniale.

Lasciate le valigie andiamo al punto d’incontro con la guida per il tour del centro storico di Napoli.

Nel viaggio a Budapest ho trovato molto utile fare questo tipo di esperienza per questo lo prenoto per il primo giorno. Serve a conoscere meglio la città e ti permette di ottimizzare i tempi capendo le varie distanze da percorrere e si ha sempre qualche consiglio “local”, ad esempio su dove mangiare e cose particolari da vedere.

Finito il tour del centro città ne comincia un’altro organizzato da me: mangiare street food napoletano assaggiando la pizza fritta, le frittatine di pasta, il cuoppo napoletano, i babà e le sfogliatelle.

Il pomeriggio passeggiata tra i luoghi più iconici di Napoli: il centro storico, il Duomo, via dei Tribunali, Spaccanapoli e la magica Via dei Presepi. Stare in queste zone ti permette di respirare la vera Napoli, tra profumi sapori e la magia degli artigiani che dipingono nelle loro botteghe.

Una cosa molto particolare è visitare l’Ospedale delle Bambole. Un luogo davvero unico in cui vengo ‘aggiustate’ le bambole ed è davvero particolare la visita qui.

Arriva l’ora di cena così andiamo da Tandem, davvero pazzesco, squisito, assolutamente da andarci!

Nella sede di in cui siamo andati noi, in Via Paladino 51, è possibile prenotare per cui non devi perder tempo e fare code.

cosa vedere a napoli in 3 giorni
Pasta patate e provola da Tandem

Giorno 2

Se vuoi qui trovi la mappa del secondo giorno del nostro itinerario per scoprire Napoli in 3 giorni.

  • Monastero di Santa Chiara
  • Pizza in “Pizzeria da Michele”
  • Napoli Sotterranea
  • Castel Sant’Elmo
  • Vomero
  • Pizza da “Pizzium”

Oggi giornata super piena! Per prima cosa colazione da Federico Cafè”, consigliatissimo! Lo staff è gentilissimo e la colazione squisita.

cosa mangiare a Napoli
La vetrina della colazione da Federico Cafè

Questa mattina si visita al bellissimo Monastero di Santa Chiara. Uno dei luoghi più fotografati di Napoli, ho amato i suoi colori e la sua architettura. Mi ricorda molto l’Andalusia. La sua visita richiede circa 30/45 minuti, dipende molto da te. 

Per pranzo pizza in una delle pizzerie più antiche di Napoli: ‘Pizzeria da Michele’. Non si può prenotare per cui il mio consiglio è andare prima dell’apertura tipo alle 10.45 va benissimo.

Se arrivi e vedi molte persone non arrenderti, la pizza è davvero buonissima!

Dopo pranzo ci aspetta il tour di Napoli Sotterranea. Se soffri di claustrofobia tieni conto che alcuni passaggi sono davvero stretti ma se te la senti lo spettacolo è assicurato!

Molto bello e interessante, vale davvero la pena venire e vedere Napoli da un’altra prospettiva.

Questa tappa non deve mancare nel tuo itinerario su cosa vedere a Napoli in 3 giorni.

Ora si va in collina nel Vomero. Assolutamente imperdibile il tramonto da Castel Sant’Elmo e passeggiare nei dintorni. La zona del Vomero è famosa per i suoi tramonti e per l’atmosfera tranquilla che si respira su questa collina, ricca di ristorantini e botteghe.

Non lontano da qui si trova la pizzeria da “Pizzium”. Un piccolo trucchetto per risparmiare: utilizza l’app di The fork! Noi abbiamo cenato con il 50% di sconto e ti dirò di più!

cosa mangiare a napoli
La pizza da "Pizzium"

Ho preso la pizza con salsiccia e friarielli ed è stata la pizza più buona che io abbia mai mangiato nella mia vita. La freschezza degli ingredienti, la gentilezza dello staff, il posto super carino, davvero da non perdere assolutamente.

Finita cena passeggiata lungo il viale super vivace in cui si trova questa pizzeria e poi a nanna.

Giorno 3

Anche per il terzo giorno del nostro itinerario per scoprire Napoli in 3 giorni puoi trovare la mappa pronta all’uso!

  • Il Cristo Velato
  • Sfogliatelle da Attanasio
  • Metro di Via Toledo
  • Piazza Plebiscito
  • Palazzo Reale di Napoli
  • Castel dell’Ovo (Maschio Angioino)
  • Passeggiata Lungomare di Napoli
  • Pizza d’asporto da “I Sapori di Parthenope”

Ultimo giorno alla scoperta di Napoli.

Si inizia ovviamente mangiando! Super colazione sempre da “Federico Cafè” e poi si và a vedere la meraviglia:‘Il Cristo Velato’. Quest’opera è a dir poco sensazionale. Bellissima, da vedere assolutamente!

Come sempre ho fatto i biglietti on-line così da non dover perdere tempo.

Merendina di metà mattinata da “Attanasio”. Tutti parlano di questa pasticceria e dopo averle mangiate capirai il perchè. Sono fenomenali e poi sono calde, appena sfornate.

cosa mangiare a napoli in 3 giorni
cosa mangiare a napoli in 3 giorni
Sfogliatella di Attanasio ancora calda

Un’altra delle cose da vedere a Napoli è la fermata della metro di Toledo. Pensa che è tra le più belle del Mondo e dopo averla vista dal vivo non si può far altro che rimanere incantati dai suoi colori.

Cosa vedere a napoli in 3 giorni stazione di toledo
Cosa vedere a napoli in 3 giorni stazione di toledo
Metropolitana di Toledo

Per pranzo si mangiucchia tante cosine sfiziose prede nei vari street food e si arriva a Piazza Plebiscito.

Qui si può visitare anche il Palazzo Reale di Napoli ma oggi il sole è stupendo, quindi facciamo la passeggiata sul Lungomare di Napoli. Questa passeggiata è bellissima e panoramica, si vede un panorama stupendo, Castel dell’Ovo ed è un luogo stupendo per guardare il tramonto.

Si è fatta ora di andare in aeroporto e proprio nei pressi della stazione centrale di Napoli puoi prendere una pizza super buona d’asporto da “I Sapori di Parthenope”.

In questi 3 giorni a Napoli abbiamo visitato posti stupendi e con questo itinerario siamo riusciti a vedere tantissimi luoghi splendidi, assaporando tantissimi piatti tipici della cucina napoletana.

Come muoversi a Napoli

Napoli è una città perfetta per essere esplorata a piedi e utilizzando la metropolitana.

Se non hai voglia di camminare puoi valutare di acquistare il biglietto per gli autobus turistici. Sono autobus di color rosso che, seguendo un itinerario, ti faranno conoscere le zone più famose di Napoli dandoti il tempo di scendere a visitarle.

Personalmente non ti consiglio di noleggiare l’auto o lo scooter perchè è davvero pericoloso guidare! In alcune zone il traffico è davvero intenso, molte zone del centro sono ZTL e i parcheggi sono pochi.

Utilizzando gli autobus, essendoci così tanto traffico rischi di perdere davvero molto tempo. Noi abbiamo sempre utilizzato la metropolitana e ci siamo trovati benissimo, te la consiglio come scelta per i tuoi spostamenti.

Se arrivi in aereo è molto semplice raggiungere il centro città utilizzando l’autobus di Alibus.

Vediamo insieme le varie tariffe per capire quale mezzo utilizzare e come muoversi a Napoli.

Biglietto Alibus da/per l’aeroporto Napoli-Capodichino

Questa è la linea di autobus che garantisce il collegamento tra: Aeroporto – Stazione Centrale – Porto – terminal stazione marittima e centro città.

Il costo dei biglietti è:

  • Alibus: corsa singola 5.00 euro
  • Unico Alibus: vale per 90 minuti dalla prima convalida, ti permette di fare un viaggio con l’Alibus e poi di utilizzare tutti i mezzi gestiti dalle compagnie del Consorzio UnicoCampania, costo 5.00 euro

Biglietto TIC

Acquistando questo biglietto puoi utilizzare tutti i mezzi di trasporto anche se sono di aziende diverse, è molto più comodo e non hai la preoccupazione di dover acquistare altri biglietti. Ricordati che non è compreso l’Alibus, devi sempre acquistarlo a parte.

  • Corsa singola (90min): 1.70 euro
  • Biglietto Giornaliero: 5.10 euro
  • Abbonamento 7 giorni: 16.00 euro

Metropolitana di Napoli

La rete Metropolitana di Napoli è gestita da 3 aziende: Trenitalia, EAV e ANM. 

La metropolitana è in funzione dalle 6:00 alle 23:00.

Le linee sono:

  • Linea 1: gestita da ANM
  • Linea 6: gestita da ANM
  • Linea 2: gestita da Trenitalia
  • 4 funicolari: gestite da EAV

I costi dei biglietti sono:

  • Corsa singola: 1.10 euro ANM, 1.30 euro EAV e 2.20 euro Trenitalia.
  • Abbonamento: 3.50 euro ANM e EAV biglietto giornaliero, 12.50 euro settimanale ANM e EAV

Biglietti ANM dove acquistarli

I biglietti ANM sono quelli che valgono per le 2 linee metropolitane, i bus, i filobus, i tram e le funicolari.

Puoi acquistarli ai distributori automatici, alle stazioni metro della linea 1, dai tabaccai autorizzati, negli ANM Point e anche tramite l’app UnicoCampania (mi hanno detto però che quest’app non funziona benissimo).

Cosa vedere a Napoli: 19 luoghi imperdibili da vedere nel 2024

Sicuramente a Napoli ci sono davvero tantissime cose da vedere! Scopriamo insieme cosa vedere a Napoli durante la tua visita in questa splendida città!

Cosa vedere a napoli in 3 giorni statua di pulcinella
Busto di Pulcinella

Centro Storico di Napoli

Nel Centro Storico di Napoli puoi perderti a passeggiare tra i suoi vicoli ammirando questa zona ricca di storia e antiche botteghe. Qui trovi alcuni dei luoghi più famosi di Napoli come: la Via dei Presepi, Napoli Sotterranea, l’Ospedale delle Bambole.

Via dei Tribunali

Questa è una delle via più famose di Napoli e corrisponde all’Antico Decumano Maggiore. Ti puoi immergere in un’atmosfera unica in cui scoprire i sapori dello Street Food Napoletano e vedere tantissime bancarelle che vendono cornetti portafortuna.

Spaccanapoli

Spaccanapoli è uno dei luoghi più famosi di Napoli. Corrisponde al Decumano Inferiore che insieme al Decumano Maggiore e al Decumano Superiore è una delle 3 vie più importanti della città di Napoli. Spaccanapoli è il Decumano che taglia in 2 la città.

San Gregorio Armeno

Una via in cui è impossibile non rimanere incantati dalle splendide botteghe artigianali. Questa è conosciuta anche come la “Via dei Presepi”. Puoi vedere gli artigiani al lavoro che dipingono le statuette nelle loro botteghe.

Cosa vedere a napoli in 3 giorni via dei presepi
La Via dei Presepi

Cattedrale di Santa Maria Assunta, il Duomo di Napoli

Questo è uno dei luoghi religiosi più importanti della città di Napoli. Si può assistere al rito dello scioglimento del sangue di San Gennaro, Santo Patrono della città, 3 volte all’anno. Il Duomo (oppure Cattedrale di Santa Maria) comprende anche la Basilica di Santa Restituta, dove si trova il Battistero di San Giovanni e la Cappella del Tesoro di San Gennaro.

Galleria Umberto I

Questa Galleria è stata costruita tra il 1887 e il 1890 ed è dedicata a Re Umberto I.

La galleria è decorata da bellissimi affreschi e statue ed è coperta da una struttura di vetro e metallo. Ad oggi nella Galleria si trovano negozi, caffetterie e ristoranti.

Vomero

Il Vomero è un quartiere sorge nella zona collinare di Napoli. Si può raggiungere sia in metropolitana che con la funicolare. Si trova anche Castel Sant’Elmo da cui si può ammirare un panorama pazzesco su tutta la città di Napoli.

Castel Sant'Elmo

Castel Sant’Elmo è un castello medievale che si trova nella zona collinare del Vomero. Il castello si può visitare dalle 8:30 alle 19:30 al costo di 5 euro biglietto intero e 2 euro il biglietto ridotto. Nella tariffa è compresa la visita al Museo del ‘900 (orario: dalle 9:30 alle 17 con giorno di chiusura il Martedì).

Fermati a Castel Sant’Elmo per ammirare un tramonto pazzesco!

La Metropolitana di Toledo

La Stazione della Metropolitana di Toledo è la più bella d’Europa. Per raggiungerla devi prendere la metropolitana di Napoli, la linea gialla, cioè la linea 1 e scendere alla fermata Toledo.

Murales Diego Armando Maradona

Si dice che sia il monumento più visitato della città: parliamo del murales dedicato a Diego Armando Maradona. Si trova nei quartieri Spagnoli. Il primo murales dedicato a Maradona si trova in Via Emanuele de Deo 60. Venne realizzato nel 1990 quando il Napoli, grazie a Maradona, conquistò il secondo scudetto. Nel 2017 è stato dipinto un altro murales in onore di Diego Armando Maradona e si trova a San Giovanni a Teduccio in Via Taverna del Ferro.

Palazzo Reale di Napoli

In Piazza Plebiscito troviamo il Palazzo Reale di Napoli. Il Palazzo si può visitare dalle 9:00 alle 20:00 tranne il Mercoledì che è chiuso. Il biglietto intero costa 11 euro mentre il ridotto 3 euro. Questo è il sito ufficiale del Palazzo Reale di Napoli.

Museo Archeologico di Napoli

In questo Museo è conservata una delle più grandi collezioni al mondo dell’arte classica greco-romana. Sul suo sito ufficiale puoi conoscere i prezzi e gli orari di apertura.

Monastero di Santa Chiara

I biglietti per visitare il complesso Monumentale di Santa Chiara si possono acquistare solo presso la sua biglietteria.

  • Il biglietto intero costa 6 euro 
  • Il biglietto ridotto (insegnanti, studenti under 30, over 65 con documento): 4,50 euro
  • Tariffa speciale (ragazzi dai 8 ai 18 anni): 3,50 euro

Orari:

  • Dal Lunedì al Sabato: 9:30 / 17:30
  • Domenica: dalle 10:00 alle 14:30

Orari della Basilica:

  • Dal Lunedì al Sabato: 8:00 – 12:45 / 16:30 – 20:00
  • Domenica: 9:00 – 12:45 / 16:30 – 20:00

Museo Cappella San Severo e il Cristo Velato

Un’altra cosa da vedere a Napoli è la Cappella Sansevero con il Cristo Velato. Prenotando la visita dal sito ufficiale puoi scegliere l’orario e la data a te più comodi.

Napoli Sotterranea

cosa vedere a napoli in 3 giorni napoli sotterranea
Ingresso Napoli Sotterranea

L’ingresso per Napoli Sotterranea si trova nel centro storico della città. Napoli Sotterranea si trova a 40 metri di profondità e custodisce un vero e proprio patrimonio storico.

La fermata della metropolitana più vicina per visitare Napoli Sotterranea è Dante, a circa 10 minuti a piedi dell’ingresso che si trova in Piazza San Gaetano 68.

Per poter visitare Napoli Sotterranea bisogna acquistare per forza la visita guidata. Le visite iniziano dalle 10 del mattino fino alle 18 e il giovedì, solo previa prenotazione, è possibile visitarla anche alle 21. Il costo dei biglietti on-line è di 15 euro.

Castel dell'Ovo (Maschio Angioino)

Questo è il Castello più antico di Napoli. Si trova tra San Ferdinando e Chiaia, di fronte a Via Partenope. Da quì si può ammirare un panorama stupendo sul Golfo di Napoli.

La leggenda che riguarda il nome di questo Castello narra che Virgilio nascose un uovo all’interno di una gabbia nei sotterranei del Castello. Questo uovo era stato deposto da Partenope prima di morire. Partenope era una sirena che assieme alle sue sorelle, tentò di incantare Ulisse ma lui non si fece intrappolare dal loro canto e se ne andò. Le sorelle di Partenope tornarono in mare ma lei rimase bloccata tra gli scogli e prima di morire depose l’uovo.

Questa è una delle leggende più antiche e famose di Napoli. Per visitare il Castello dell’Ovo bisogna informarsi al Comune di Napoli.

Catacombe di San Gennaro

Per visitare le Catacombe di San Gennaro è necessaria la prenotazione con visite guidate. Inoltre, se acquisti il biglietto per visitare le Catacombe di San Gennaro il tuo biglietto è valido per 12 mesi per visitare quelle di San Gaudioso.

Puoi acquistare i biglietti anche on-line così non perdi tempo e ottimizzi al meglio i tempi per dedicarti al tuo itinerario su cosa vedere a Napoli!

Galleria Borbonica

La Galleria Borbonica di Napoli è un tunnel ricco di reperti che ti porta a fare un vero viaggio nel tempo attraverso visite guidate e 4 tipologie di tour:

  • Percorso Standard
  • Percorso Avventura
  • Via delle Memorie
  • Percorso Speleo Light

Nella Galleria Borbonica si svolgono anche concerti e spettacoli teatrali.

Puoi prenotare on line la visita che preferisci sul sito ufficiale della Galleria Borbonica.

Museo e Bosco di Capodimonte

In questo Museo puoi trovare un appartamento storico, una galleria d’arte contemporanea e alcune gallerie d’arte antica. Il biglietto d’ingresso è comprensivo dell’ingresso alle mostre in corso e ha validità giornaliera

Cosa mangiare a Napoli: 25 piatti tipici napoletani

Napoli è una città in cui è impossibile smettere di mangiare! La cucina napoletana è ricca di piatti tipici, dolci, pasta, fritto, una cosa più buona dell’altra.

Ecco 25 piatti tipici della cucina napoletana:

Pizza

La pizza è un piatto italiano iconico, originario di Napoli. Si tratta di una base di pasta lievitata e croccante. In origine era condita solo con pomodoro, mozzarella e aglio.

Con il passare del tempo sono nate tantissime varianti, una più buona dell’altra e con ogni tipo di condimento.

Pizza Fritta

Questa variante della pizza viene fritta in abbondante olio bollente invece di essere cotta nel forno.

Pizza Rustica Napoletana

Questa è una torta rustica tradizionale. Si utilizza la pasta sfoglia e viene farcita con salame, formaggi misti, uova sode e ricotta.

Salsiccia e Friarielli

Questo piatto è una deliziosa combinazione di salsiccia fresca e friarielli (un tipo di verdura simile ai broccoli), saltati in padella con aglio, olio d’oliva e peperoncino. È spesso servito con pane croccante.

Pasta con patate e Provola

Un piatto di pasta super cremoso. Si utilizza la pasta corta. Viene fatta cuocere con le patate per poi essere amalgamata con la provola. 

Cuoppo di mare

Il cuoppo di mare è un cartoccio di pesce fritto. Tipicamente contiene calamari, gamberi, cozze, vongole e altri frutti di mare fritti. Vengono serviti insieme a frittelle di pesce e patatine fritte.

Ragù Napoletano

Il ragù Napoletano è fatto con il pomodoro San Marzano e la carne di manzo. Viene fatto cuocere lentamente per ore e il risultato è davvero fenomenale!

Frittata di pasta

Una frittata di pasta è una torta salata realizzata mescolando pasta cotta con uova sbattute, formaggi grattugiati e altri ingredienti a scelta come prosciutto cotto, piselli o verdure.

Polpo alla Luciana

Il polpo alla Luciana è una pietanza a base di polpo cotto in un sugo di pomodoro, olio d’oliva, aglio, prezzemolo e vino bianco. Di solito è servito con pane croccante.

Gattò di patate

Un piatto sfizioso a base di purè di patate, uova, formaggio, prosciutto cotto e mozzarella. Il tutto viene cotto al forno creando uno strato croccante all’esterno e cremoso all’interno.

Parmigiana di melanzane

La parmigiana di melanzane è un piatto tradizionale del Sud Italia. La sua preparazione prevede l’alternanza di strati di melanzane fritte, salsa di pomodoro, mozzarella, basilico.

Soffritto Napoletano

Per fare il soffritto Napoletano si utilizza il pomodoro, le frattaglie del maiale, strutto, olio extravergine di oliva, peperoncino. Il tutto viene fatto cuocere per 2 ore e mezza circa. Questo è un piatto antichissimo della tradizione napoletana.

Baccalà alla Napoletana

Il baccalà alla napoletana è un piatto a base di baccalà (merluzzo salato e essiccato) cucinato in una salsa di pomodoro con aglio, prezzemolo, capperi e olive. Viene servito con contorni come patate o verdure.

Ragù alla Genovese

Questo è un ragù bianco, è fatto con cipolla e manzo. Ha un sapore fenomenale, fantastico per condire la pasta. Per tradizione, come pasta, si usano gli ziti o le mezzane.

Pasta allo Scarpariello

La pasta allo scarpariello è un primo piatto tipico della cucina napoletana. Si tratta di una pasta corta, come rigatoni o penne, condita con pollo o salsiccia, aglio, peperoncino, pomodori freschi, basilico e vino bianco. È un piatto saporito e speziato.

Melanzane a funghetto

Questo piatto è una semplice ma gustosa preparazione delle melanzane. Le melanzane vengono tagliate a fette e fritte, poi condite con aglio, olio d’oliva, prezzemolo e peperoncino. Vengono servite come antipasto o contorno.

Fagioli e cozze

La pasta fagioli e cozze è un’altro primo piatto della tradizionale cucina napoletana.

Si fanno aprire le cozze in una pentola a parte. Si mette nella stessa pentola soffritto, olio, fagioli cannellini e si aggiunge l’acqua filtrata dalla cottura delle cozze dove cuocerà la pasta.

A cottura ultimata vengono unite le cozze, si mischia bene il tutto e la pasta fagioli e cozze è pronta.

Zucchine alla Scapece

Le zucchine alla scapece sono un piatto tradizionale della cucina campana preparato con le zucchine.

Le zucchine vengono tagliate a fette sottili e fritte, poi vengono marinate in un condimento di aceto, menta fresca, aglio, pinoli e peperoncino. Sono solitamente servite fredde come antipasto.

Spaghetti alle vongole

Gli spaghetti vengono cotti in abbondante acqua salata e poi fatti saltare in padella con vongole, aglio, olio extravergine. A fine cottura una bella spolverata di prezzemolo fresco et voilà!

Pastiera Napoletana

La pastiera è un dolce tradizionale pasquale partenopeo. Si tratta di una torta con una base croccante di pasta frolla e un ripieno di ricotta, grano cotto, canditi, uova e aromi come la vaniglia e l’acqua di fiori d’arancio.

Sfogliatella riccia o frolla

La sfogliatella è un dolce napoletano a base di pasta sfoglia ripiena di ricotta dolce aromatizzata con scorza d’arancia e canditi. Esistono due varianti:

  • La riccia, croccante e fatta con la pasta sfoglia
  • La frolla, fatta con l’impasto per la pasta frolla.

Babà

Il babà è un dolce lievitato fatto con pasta lievitata, inzuppato in uno sciroppo dolce e spesso aromatizzato con rum. Ha una consistenza morbidissima ed è davvero buonissimo.

Struffoli Napoletani

Gli struffoli sono dei piccoli dolcetti fritti a forma di palline, tipici del periodo natalizio. Sono preparati con una base di pasta dolce fritta, conditi con miele, canditi colorati di arance e limone, e spesso guarniti con zuccherini colorati o confetti.

Casatiello

Il casatiello è un’antica torta rustica tipica della Pasqua napoletana. È una torta salata a base di una pasta lievitata contenente salumi, formaggi e uova sode. Si presenta a forma di corona ed è spesso decorato con uova sode intere.

Dove mangiare a Napoli

Il cibo di Napoli è qualcosa di fenomenale, indimenticabile.

Questi sono 15 ristoranti perfetti per ogni tua esigenza e in cui si mangia benissimo.

5 ristoranti cucina tradizionale

5 ristoranti cucina celiaca gluten free

5 ristoranti cucina vegana e vegetariana

Noi per risparmiare un pò utilizziamo The Fork.

A volte risparmi anche il 50%. Accumuli punti per ogni prenotazione effettuata, che verranno convertiti in sconti al raggiungimento della soglia prevista.

Se vuoi avere più Yums prima di scaricare l’app, scrivimi così potremo ricevere sia io che te più più punti. 

23 posti dove mangiare i dolci più buoni di Napoli

Quando si visita Napoli non può mancare il tour per assaggiare i suoi dolci buonissimi! 

Per questo voglio consigliarti 23 posti dove mangiare i dolci più buoni di Napoli. Assaggia le Sfogliatelle, i Babà, la famosissima Pastiera Napoletana, il Fiocco di Neve. Divertiti e assaggia tutto quello che riesci!

Le 7 pasticcerie più famose di Napoli

Dove mangiare la Sfogliatella a Napoli: 6 posti imperdibili

Dove mangiare la Pastiera Napoletana a Napoli: 4 posti imperdibili

Il Fiocco di Neve a Napoli

Dove mangiare il Babà a Napoli: 5 posti imperdibili

Cosa vedere gratis (o quasi) a Napoli: 15 posti bellissimi

A Napoli tantissimi posti come parchi, castelli, musei, sono ad ingresso gratuito.

Si può creare un itinerario per scoprire questa bellissima città quasi a costo 0.

Questa è la mappa già pronta per te per scoprire 15 posti bellissimi e soprattutto gratis a Napoli!

Cosa vedere a Napoli gratis: 15 luoghi bellissimi

Napoli è una città che racchiude bellezza in ogni suo angolo. Puoi visitarla praticamente gratis o quasi!

Questi sono 15 posti imperdibili e gratis a Napoli:

  1. Duomo di Napoli
  2. Spaccanapoli
  3. San Gregorio Armeno
  4. Murales di Maradona
  5. Castel dell’Ovo
  6. Piazza Plebiscito
  7. Posillipo
  8. Quartieri Spagnoli
  9. Via dei Tribunali
  10. La Statua di Pulcinella
  11. Palazzi storici
  12. Chiese di Napoli
  13. Il Maschio Angioino
  14. Lungomare Carracciolo
  15. Galleria Umberto I
Cosa vedere a napoli in 3 giorni piazza plebiscito
Piazza Plebiscito

Dove vedere il tramonto a Napoli: 9 posti spettacolari

Il tramonto è da sempre sinonimo di spettacolo, magia, una delle cose più belle da vedere. Soprattutto in viaggio, mi piace dedicare un momento della mia giornata a raggiungere i posti più belli dove vedere il tramonto.

Anche qui a Napoli, ovviamente, non poteva mancare la lista dei luoghi più belli dove guardare il tramonto

9 posti dove vedere il tramonto a Napoli:

  1. Castel dell’Ovo.
  2. Belvedere di Posillipo.
  3. Parco del Virgigliano, nel quartiere di Posillipo.
  4. Piazzale San Martino, sulla collina del Vomero.
  5. Piazza Plebiscito, il sole tramonta dietro la Chiesa di San Francesco e Paolo.
  6. Borgo Marechiaro, è qui che si trova la “finestrella” che ha ispirato tantissime canzoni.
  7. Lungomare di Caracciolo, inizia dal Borgo di Santa Lucia e termina alla fine di Via Caracciolo.
  8. Nel quartiere Bagnoli, sul pontile Nord.
  9. Dal Vesuvio, dalle sue pendici sali da Ercolano o da Torre del Greco e procedi verso il cratere o la Valle dell’Inferno.

Dove alloggiare a Napoli

Scegliere dove alloggiare a Napoli è molto importante. Tieni conto di tutti gli aspetti che possono garantirti un soggiorno perfetto.

Cerco sempre nei miei viaggi di scegliere un posto in cui la sera possiamo cenare, passeggiare e non metterci tanto tempo per tornare in hotel.

Un’altro punto, secondo me importantissimo, è che il posto in cui decidi di alloggiare sia sicuro anche di sera.

Noi abbiamo alloggiato nel centro storico di Napoli al Domus Campanile. Abbiamo scelto un alloggio perchè eravamo 4 adulti e una bimba per cui volevamo stare comodi. L’alloggio è davvero grande, ha 2 bagni ed è pulitissimo. Si trova a circa 200 metri dalla metropolitana. Se hai bisogno di comodità e spazio ti consiglio di soggiornare qui!

8 zone perfette dove alloggiare a Napoli

  1. Centro Storico
  2. Quartieri Spagnoli
  3. Chiaia
  4. Vomero
  5. Via Toledo
  6. Posillipo
  7. Quartiere Universitario
  8. Santa Lucia

Dove NON alloggiare a Napoli

Come in ogni altra città al Mondo anche a Napoli ci sono delle zone in cui è fortemente sconsigliato alloggiare ed andare di notte.

Le 7 zone dove NON alloggiare a Napoli

  1. Piazza Garibaldi nella zona della stazione centrale
  2. Scampia 
  3. Secondigliano
  4. Barra 
  5. Ponticelli
  6. San Giovanni a Teduccio
  7. Rione Sanità

Conclusione

Eccoci siamo arrivati alla fine di questo articolo. Ho voluto raccontare la nostra esperienza e le emozioni che ci ha trasmesso questa città stupenda.

Sicuramente ora sai cosa vedere a Napoli e non ti resta che prenotare il biglietto per il tuo viaggio!

Dai un’occhiata agli altri miei itinerari! Magari un bel week-end a Budapest? In Nina Love Travel trovi itinerari e consigli per il tuo prossimo viaggio.

Se hai bisogno di un consiglio o vuoi proporre una collaborazione contattami!

Sarò super felice di ascoltare la tua proposta o darti un consiglio per il tuo itinerario.

Adesso non mi resta che augurarti buon viaggio!

Un abbraccio,

Elena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *